L'APPUNTAMENTO CON IL NUTRIZIONISTA

valutazione composizione corporea

Il primo appuntamento dura circa un’ora e consiste in una prima fase anamnestica (anamnesi familiare, fisiologica, ponderale, patologica ed alimentare) ed in una seconda fase di valutazione antropometrica attraverso l’utilizzo del metro a nastro, della bilancia e del bioimpedenzometro.

A seconda dei casi viene stilata una dieta o un piano alimentare fin da subito, durante la prima visita o viene consegnato un diario alimentare da compilare per le due settimane successive al primo incontro, grazie al quale verrà compilata una dieta il più possibile elastica e personalizzata in modo da non discostarsi troppo (per quanto possibile) dalle proprie abitudini quotidiane, o in altri casi ancora la dieta verrà inviata via mail entro 1 settimana circa.

Durante i successivi appuntamenti di controllo, che vengono fissati ogni 2-3-4 settimane (a seconda della necessità individuale) verranno nuovamente effettuate le misurazioni di controllo ed eventualmente verranno apportati cambiamenti o piccole modifiche sul piano alimentare (quando necessario).

VALUTAZIONE DELLA COMPOSIZIONE CORPOREA

Prima di iniziare qualsiasi programma nutrizionale, è bene avere chiara anche la composizione corporea, in modo tale che l'intervento nutrizionale non sia limitato solamente alla perdita di peso (o all'aumento), ma alla perdita nello specifico di massa grassa (o all'aumento di quella magra)

La valutazione antropometrica dello stato di nutrizione prevede innanzitutto la determinazione di peso, altezza e il successivo calcolo degli indici pondero-staturali (a cominciare dall’indice di massa corporea) e prosegue con la misurazione delle circonferenze corporee, delle pliche adipose sottocutanee e/o con l’analisi bioimpedenzometrica.

Queste osservazioni sono metodi obiettivi di valutazione, fondamentali soprattutto in presenza di idee disfunzionali riguardo il peso e l'immagine corporea. Basta pensare a quanto spesso accada che si abbandoni un programma dietologico perchè non si vedono cambiamenti di peso sulla bilancia: in realtà il peso cambia in funzione della massa corporea e non solo del grasso, pertanto situazioni che possano alterare l'acqua (ciclo mestruale in una donna) o la massa muscolare (per chi svolge attività fisica) possono mascherare una perdita di massa grassa. Ecco perchè diventa fondamentale l'utilizzo di questo strumento per valutare il corretto stato di salute del soggetto!

CONSIGLI PER UNA CORRETTA MISURA DELLA COMPOSIZIONE CORPOREA

Per ottenere una misurazione più attendibile della composizione corporea il paziente dovrà presentarsi agli appuntamenti seguendo, quando possibile, le seguenti indicazioni:

- Almeno 3 ore dopo il risveglio e l’inizio delle normali attività quotidiane
- 3 ore dopo i pasti e senza aver mangiato o bevuto eccessivamente il giorno prima della misurazione
- 12 ore o più dopo un duro allenamento
- Deve urinare prima della misurazione
- Deve evitare gli alcolici per le 12 ore precedenti l'appuntamento
- Per le donne sarebbe meglio evitare il periodo mestruale

Share by: